X

Cedrospeziato.it > Blog

12

Approfondimento, questo sconosciuto

Pubblicato il
Approfondimento, questo sconosciuto

Certe volte, mi piace far partecipi i miei lettori del mio pensiero al di là delle mode, credo sia cosa sana per chi legge un blog, più o meno a tema, di poter conoscere meglio l'autore (in questo caso autrice) e magari apprezzando sul serio i contenuti per condividerne i pensieri più profondi.

Sembrerebbe che a governare il pensiero comune oggi sia solo l'emotività, una sorta di "empatia" rivisitata e strumentalizzata per far piacere ad un settore, a volte apparentemente stagnante come il web.

In realtà l'empatia esiste da sempre per chi sa discernere le proprie emozioni ed indirizzarle opportunamente. Persone sensibili, che possono andare oltre l'immaginazione compenetrandosi con i sentimenti degli altri, sono spesso coloro che poi ne fanno le spese: avere un forte trasporto per chi soffre ingiustizie, spinge inevitabilmente a prendere posizione, ma non sempre ciò che si esprime lo si fa nel modo migliore e da qui partono giudizi e "spintoni" senza se e senza ma da chiunque abbia letto un titolo inappropriato sui cosiddetti siti on line.

Vale per ogni notizia non letta o letta superficialmente dalla stragrande maggioranza di lettori o pseudo tali, famelici di rovesciare odio su la qualsiasi che possa infastidire loro.

Gli esempi impazzano sui social network, (motivo per il quale ho deciso di essere meno attiva in questo periodo) e riguardano qualsiasi argomento, si spazia dalla cucina alla giustizia. Commenti gettati a casaccio contro categorie di lavoratori e odio per rivendicare ogni posizione ben pensante o similare. 

Come sempre mi piace ricordare "scrivendo cose" che la realtà è sempre più complessa di quello che sembra.

La responsabilità di chi scrive è suggerire a qualsiasi lettore in "ascolto"  (e anche Cedrospeziato ne conta abbastanza, senza pensare al click ;)...) che le notizie meritano sempre un ulteriore approfondimento e uno sguardo oltre ciò espresso: essere superficiali nella critica e non giusti nella lode può creare incomprensioni e irrigidire posizioni che a nulla di buono sanno portare. 

Quando si parla ad esempio  di tematiche inerenti alla giustizia, bisogna avere cognizione saggia di ciò che si esprime e comprendere che più di un giudice e di un avvocato, può il legislatore.....

Quando si parla di populismo in ambito culinario, si deve tener presente che la maggior parte delle persone per ignoranza, mancanza di tempo e soprattutto di volontà, non ama approfondire certe tematiche e forse non tiene molto a ciò che mette nel proprio piatto, ignorando appunto che la qualità porta migliore salute e questo non dipende solo dal tipo di portafogli a disposizione, quanto più dall'informazione che si cerca con serenità e accortezza quando si ha a che fare con l'alimentazione.....

L'approfondimento non è da tutti, ci vuole pazienza e dedizione per lo studio, ma questa non può costituire una scusa per parlare a vanvera in modo continuativo su non importa quale argomento. Bisogna ricordarsi che solo attraverso l'approfondimento sano ogni homo sapiens che si rispetti potrà sviluppare un proprio pensiero, sapendo discernere meglio ciò che va bene, piuttosto da ciò che non va.

Ho avuto modo più volte di confrontarmi con persone e professionisti di vari ambiti su articoli riportanti sfoghi di varia natura e pensieri dettati da un'emotiva superficialità e da chi, esponendosi pubblicamente alle critiche altrui, non era abbastanza preparato ad accettarle, ma se di sensibilità si parla, bisogna che ci sia anche nei confronti di chi ogni giorno si adopera studiando e migliorandosi per fare al meglio il proprio lavoro.

Più si è "visibili", maggiore diventa la responsabilità nell'esporre un semplice pensiero....

Approfondire sempre qualsivoglia critica che ne scaturisce denota maturità e presa di coscienza per lo sviluppo e l'indirizzo di ciò a cui si tiene maggiormente circa la propria persona, altrimenti si è vero, si rischia di essere molto pop, ma non a giusto merito.

Va detto "pop" è  bello quando corrisponde ad un fare "popolare", democratico e riconoscibile da una moltitudine di soggetti, ma non nella sua accezione negativa che, ahimè,  spesso presuppone solo altezza senza base!

Nello studio c'è sempre luce, per tutto il resto c'è la demagogia...

Sabrina

 

| Categoria: Una finestra sul mondo, Bucce di Cedro | Tags: approfondimento, leggere, notizie, discernimento, studiare | Visite: (416) | Indietro

Related

 

<< TORNA AL BLOG

 
 
Cerca nell'archivio...

Cerca tramite parola chiave o frase

 

...o per data di pubblicazione