X

Cedrospeziato.it > Blog

04

Invidia sociale, l'odio del web

Pubblicato il
Invidia sociale, l'odio del web

"L'invidia è una terribile fonte di infelicità per moltissima gente" Bertrand Russell

 

Social significa sociale e attualmente aiuta velocemente ad identificare il network che unisce tantissimi profili e connette tantissime persone in ogni parte del mondo.

Ma l'essere umano oltre ad essere sociale è spesso un grande osservatore della vita altrui e questo se lo si fa con occhio critico e scevro da ogni sorta di pregiudizio, può rappresentare una sorta di guida indiretta per fronteggiare la propria esistenza, imparando dalle esperienze altrui mai uguali a quelle che riguardano il personale modo di vivere.

A volte, invece, osservare sembra voler direzionare il proprio punto di vista sull'altro senza se e senza ma, facendosi giudicanti e spesso malfidati su non importa cosa di preciso raccontato e vissuto dall'altro.

Invidia sociale, il modo di essere presenti sul web, manifestando odio ed elargendo giudizi senza sapere di cosa si stia parlando e credendo che la proprio modus operandi sia migliore comunque di quello degli altri.

Un post a traino sociale non è una scusa per farsi cliccare, piuttosto un modo elegante di raccontare una realtà che poco ci è affine. Odio social, parola estranea a chi scrive, ma così tanto in voga e ahimè carica di emozioni negative per chi ne produce.

Non esiste persona che non l'abbia subito almeno una volta nel corso della propria esistenza, ma la domanda è perchè??

Spesso un'invidia celata da finto perbenismo arriva proprio da colleghi, come nel caso espresso dal bravissimo docente della "Fisica che ci piace", ma perchè ciò sembra verificarsi sempre più spesso ed in ogni situazione??!

La realtà è che molte persone investono malissimo il  proprio tempo guardando incredule e mistificando in negativo chi agisce.

Andrebbe ricordato ai più inclini alla distruzione che non è demolendo gli altri che si affermano le proprie capacità e che spesso il proprio modo di vedere le cose non coincide con quello di chi, piuttosto che cedere al lamento, preferisce liberarsene, mettendo in atto una serie di azioni costruttive per la propria vita.

Non è sempre marketing, è riflessione sociale!

La tecnologia ha esternato atteggiamenti e risorse già esistenti nella vita reale e ciò che viene manifestato come segnale distruttivo ha sempre ripercussioni nel concreto.

Il passaggio è breve ed è ormai evidente a tutti, il cyber bullismo e ogni connotazione legata all'invidia sociale diventa odio dichiarato. Non ultimo ed evidente è il fenomeno di un razzismo latente e marcato nonostante i numerosi inviti a prender coscienza dei cambiamenti sociali impossibili da fermare: l'evoluzione non si arresta mai!

L'hate speech colpisce spesso chi ha un basso livello di autostima, spesso giovanissimi e ciò accade in tutto il mondo in modo indistinto.

Il mio augurio è che si possa creare un maggiore benessere tra gli esseri umani in grado di arrestare un fenomeno poco edificante per l'essere umano.

| Categoria: Una finestra sul mondo, Bucce di Cedro | Tags: odio, invidia, social | Visite: (295) | Indietro

 

<< TORNA AL BLOG

 
 
Cerca nell'archivio...

Cerca tramite parola chiave o frase

 

...o per data di pubblicazione